galleria immagini galleria immagini

 

     
mmmmmmm Il Prorettore alle Relazioni Internazionali dell'UNIBO Prof.ssa Salvaterra inaugura il corso dando il benvenuto ai partecipanti della I° edizione mm Al via le lezioni per 34 funzionari egiziani presso il Centro Universitario di Bertinoro mm Un momento dell'incontro con il Prorettore tenutosi il 19 settembre 2012

 

     
mmmmmmm Logo del Centro Residenziale Universitario "Bertinoro" mm Logo dell'Università di Bologna mm Il Centro Residenziale Universitario di Bertinoro ospiterà i partecipanti ai percorsi formativi per l'intera durata del progetto

 

Progetto Progetto

Interventi di Alta Formazione in "Governance e sviluppo delle Piccole e Medie Imprese in Egitto e Tunisia"

[Università di Bologna]
 

Referente: Prof. Marco Lamandini, Direttore scientifico del Corso
 

Area geografica di intervento: Egitto e Tunisia
 

Tema: Formazione
 

Inizio progetto e durata: 10 mesi a partire dal 10/09/2012
 

Finanziamento: Ministero Affari Esteri italiano
 

Descrizione: Il 10 settembre 2012 ha preso il via il primo dei due percorsi formativi per funzionari della pubblica amministrazione egiziana e tunisina, organizzati nell'ambito del progetto Governance e sviluppo delle Piccole e Medie Imprese in Egitto e Tunisia finanziato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero Affari Esteri. L'iniziativa è presentata dall'Università di Bologna all'interno del contesto delle attività promosse dal Coordinamento della Cooperazione Universitaria della DGCS - MAE. L'Università di Bologna è stata infatti individuata come l'istituzione referente per sviluppare un programma di corsi articolato sui temi della Governance e sviluppo delle Piccole e Medie Imprese, sfruttando la sua consolidata esperienza. Per la realizzazione delle attività, UNIBO si avvale del supporto del Centro Universitario di Bertinoro e coinvolgerà docenti anche di altre realtà universitarie italiane. Ai momenti di didattica in aula e ai seminari, si alternerà un programma di visite a realtà pubbliche e private impegnate negli ambiti di riferimento del corso e di incontri con i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali.
 

Obiettivi: Promuovere la diffusione e l'utilizzo delle best practices nella pubblica amministrazione egiziana e tunisina in materia di governance del settore privato; contribuire alle politiche dello sviluppo del settore delle PMI egiziane e tunisine, fornendo un supporto alle politiche di integrazione socio-economica nel bacino del Mediterraneo;intensificare le relazioni amichevoli tra Italia, Egitto e Tunisia.
 

Beneficiari: Circa sessanta funzionari egiziani e tunisini di medio e alto livello, nonché membri di organizzazioni (agenzie o altri organismi) impiegati in funzioni specificamente dedicate al supporto e sviluppo del settore privato, parteciperanno ai due corsi residenziali presso il Centro.
 

Risultati attesi: Al termine del corso, i partecipanti avranno acquisito solide conoscenze nell'ambito dell'economia politica e finanziaria con particolare attenzione agli aspetti di economia. Tali conoscenze saranno propedeutiche alla comprensione del contesto economico internazionale all'interno del quale i dirigenti egiziani e tunisini dovranno muoversi e all'esercizio della funzione pubblica di supporto al settore economico privato. Questa esperienza formativa intensiva permetterà inoltre ai partecipanti di acquisire: competenze specifiche in materia di economia della pubblica amministrazione, con particolare attenzione alle dinamiche territoriali, alle politiche degli investimenti infrastrutturali; un background in materia giuridica, con particolare enfasi su alcuni ambiti strategici come il diritto pubblico dell'economia, il diritto industriale, il diritto commerciale internazionale e i sistemi di tassazione internazionale; strumenti di conoscenza per guidare e supportare i processi di crescita e sviluppo delle PMI, approfondendo modelli e strategie di internazionalizzazione, processi di innovazione di prodotto e di processo, sistemi di qualità aziendale.
 

Esecutori: Università di Bologna e Centro Universitario di Bertinoro"